Aprendo una pagina a caso da…

Camera con vista, Edward Morgan Forster, Mondadori, pag. 156

…………………………………..

 

“E cos’è successo?”

“Ci siamo incontrati da Mr Beebe.”

“Che atteggiamento ha deciso di tenere?”

“Proprio nessuno. Ha parlato dell’Italia, come tutti gli altri. Non abbiamo nulla da temere, davvero. Che vantaggio trarrebbe dal comportarsi come un mascalzone, per dirla a chiare lettere. Vorrei proprio che tu riuscissi a vedere le cose dal mio punto di vista. Sono sicura che non mi procurerà alcun fastidio, Charlotte.”

“Chi mascalzone nasce, mascalzone muore. Questa è la mia modesta opinione.”

Lucy tacque un istante, poi disse: “Un giorno Cecil ha detto – e mi è sembrata un’osservazione molto profonda – che ci sono due tipi di mascalzoni: quelli consapevoli e quelli inconsapevoli”. Fece un’altra pausa, per essere sicura di dare il dovuto risalto alla profondità di Cecil. Lo vedeva, dalla finestra, intento a sfogliar le pagine di un romanzo appena arrivato dalla biblioteca Smith. Sua madre doveva esser tornata dalla stazione.

“Chi mascalzone nasce, mascalzone muore” ripetè Miss Bartlett in tono monotono.

 

(Drupal 26.09.2007) 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: