Aprendo una pagina a caso da…

I dieci comandamenti di uno scrittore, Stephen Vizinczey, Marsilio, pagg. 227-228


Il poema di Goethe mescola sesso e virtù nella maniera più inverosimile: essendosi fermato per trascorrere la notte in una locanda, il gentiluomo viaggiatore corteggia una cameriera vergine, che è così attirata dalla sua beltà da essere lei a proporgli di raggiungerlo a letto una volta terminato il lavoro. Si tratta di quel genere di storia che inventano gli uomini che non hanno una grande esperienza di corteggiamento femminile. Una cosa così non capitò mai a Casanova, uomo che da giovane emanava un fascino straordinario, che era autenticamente attirato dalle donne, che sapeva come comportarsi con loro, che sapeva perfettamente cosa dire per conquistarle ed era un campione nel sedurre le cameriere. Nelle sue memorie Casanova descrive come aveva dovuto raggirare, mentire, intrigare e disfarsi di pizzi, denaro e pietre preziose per persuadere le cameriere a dimenticarsi che l’indomani lui se ne sarebbe andato. Goethe sostiene che una semplice avance fatta quasi per caso gli era bastata per conquistare il cuore di una vergine.

 (Drupal 01.09.2007)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: