Dave Gahan – Kingdom

Can you feel me coming
Open the door it’s only me
I have that desperate feeling
In trouble is where I’m going to be

I know you hear me knocking
So open the door and set me free

If there’s a kingdom beyond it all
Is there a god who loves us all
Do we believe in love at all
I’m still pretending, I’m not a fool

So in your intimate wisdom
Show me how this life should be
With all your love and glory
Doesn’t mean that much to me

If there’s a kingdom beyond it all
Is there a god who loves us all
Do we believe in love at all
I’m still pretending, I’m not a fool

2 Comments

  1. December 9, 2007 at 9:05 pm

    Che bel video. La canzone sembra uscita da “Ultra” di qualche anno fa. Chissà in che periodo è stata composta e se è solo suggestione di sonorità.
    La colonna di nomi qui a lato sembra poi la mia libreria, con gli stessi autori, le stesse vocazioni musicali (a parte qualcosa che qui da me manca o lì da te per ora non c’è, tipo King Crimson, Grünbein).
    La pratica, apparentemente casuale, dell’apertura di una pagina a caso mi è molto cara: credo sia uno dei modi attraverso i quali valuto spesso libri di poesia di autori che ancora non conosco e sui quali non ho riferimenti precisi. Difficilmente, aprendo a caso dove *c’è* poesia non si trova niente di detto, niente da dire.
    Felice di avere scoperto questo luogo…
    Federico

  2. pamelablog said,

    December 12, 2007 at 7:07 pm

    Il video secondo me rende bene l’idea dell’essere famelici di cose immateriali, ma con quella luce a volte la bocca di Dave Gahan mi fa anche un pò impressione…Per quanto riguarda i King Crimson, già da tempo ho pensato di inserire nel blog qualcosa del loro repertorio. I Grünbein non li conosco ma mi documenterò.
    L’apertura della pagina a caso mi è rimasta in mente da quando ho letto “Il ritratto di Dorian Gray” nell’estate del 1989 dove, se non ricordo male, c’è un passaggio in cui, per avere un consiglio, un personaggio apre un libro interrogandolo. In realtà non ho mai adottato questo metodo se non negli ultimi anni e in certi casi come se parlassi con degli oracoli – almeno dove ci sia poesia, come dici tu. Quando più, quando meno. Per il blog non pongo mai domande precise anche se accade che escano fuori citazioni sorprendenti. E questo mi diverte.
    Felice di aver ricevuto la tua visita. Ciao, Pamela


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: