Dario Bellezza

Fiori di fuoco, 100 poesie d’amore maledetto, Mondadori, pagg. 132-133

Per sempre

Eri una emozione per vivere,

 

per stridere durante il pasto

serale. Era emozionante ricevere

posta. La mattina in fretta

le scale scendevo e lì

trovavo le ingiurie tue

alla mortale natalità.

 

Accuse per andare avanti.

Ma dopo ti rendevi inquieta

al delitto del non detto

se non rispondevo per le rime.

O rima che dirti non sapevo

senza la fuga in avanti

di terzine squilibrate

sul dolce stil vecchio della

Musa canterina a presiedere

gli ozi di Sodoma. Dirti

che ero pieno di sonno

se l’immortalità era un pio

desiderio, lugubre sospiro

ti avrebbe annoiato.

 

Talvolta una stradina

mi risucchia indenne

dove non alberga strepito di auto;

allora sciolto dai tuoi lunghi

sensi camminare ti vedo per sempre.

 Dario Bellezza

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: